Trento

Incendi in Calabria e Sardegna: dal Trentino arriva una nuova turbina

La società EmiControls che fa capo al Polo Meccatronica di Rovereto offre una tecnologia nuovissima e più efficace dei sistemi tradizionali

TRENTO. Per contrastare i devastanti incendi alimentati dal grande caldo, EmiControls, azienda insediata nel Polo tecnologico di Trento e che fa riferimento a Polo Meccatronica, l'hub hi-tech di Trentino Sviluppo, propone l'utilizzo di una rivoluzionaria turbina antincendio che arriverà nei prossimi giorni in Sardegna e Calabria per avviare la prima sperimentazione su vasti fronti di fuoco.

La turbina, che per l'occasione sarà montata su due veicoli 4x4, è in grado di nebulizzare la poca acqua solitamente disponibile nei luoghi teatro di incendi, irradiando così sulle fiamme una nebbiolina che si rivela molto più efficace dei consueti strumenti di spegnimento utilizzati dai vigili del fuoco. Una tecnologia - secondo gli esperti - quattro volte più efficace dei sistemi tradizionali. In un test eseguito da EmiControls in Ungheria sono stati bruciati 2.400 litri di benzina su una superficie di

160 metri quadri: a parità di acqua, l'utilizzo della turbina ha permesso di abbassare quasi a zero l'emissione di calore generato dal combustibile (pari a 350 megawatt) in soli 20 secondi, a differenza dei 70 secondi richiesti per ottenere il medesimo effetto con la tradizionale manichetta.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trento Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics