Tamburello, in campo più di 200 atleti

Da venerdì in val di Non le finali giovanili. Grandi sforzi organizzativi per un evento che mira a promuovere il territorio

VILLE D’ANAUNIA. Dal 19 al 21 agosto sono attesi oltre 200 atleti in valle di Non per le finali nazionali giovanili open di tamburello che si disputeranno su diversi campi della media e bassa valle. Ad organizzare l’evento, presentato ieri a Tuenno nella sala consiliare dell’ex municipio alla presenza della vicesindaco Romina Menapace, e dell'assessore allo sport Matteo Mendini è la Polisportiva Cassa Rurale Tuenno presieduta da Fausto Valentini.

«Verranno formazioni giovanili da Lombardia, Veneto, Marche, Toscana e Piemonte oltre naturalmente dal Trentino. Orgogliosi di ospitarli in valle di Non che con questo evento si conferma terra di grande sport», ha detto Valentini che ha ringraziato i volontari e le società (l’Us Tassullo, l’Us Segno, l’Us Corona di Cunevo, l’Us Robur di Sporminore e l’Us Vigo di Ton) per aver messo a disposizione i loro rettangoli da gioco e per la fattiva collaborazione all'organizzazione. Uno sforzo notevole che la Polisportiva di Tuenno affronta per il terzo anno consecutivo su espressa richiesta della Federazione nazionale che non ha trovato alternative.

«Felice di essere qui, conosco questa valle da 45 anni perché qui il tamburello respira aria di casa», ha detto il presidente della Federazione Nazionale Palla Tamburello, Emilio Crosato intervenuto alla presentazione dell’evento con il responsabile del settore giovanile Nicola Merlo. I ragazzi, che con le loro squadra puntano a conquistare il titolo tricolore, hanno un’età tra i 12 e i 18 anni e suddivisi nelle categorie giovanissimi, allievi e iuniores sia maschi sia femmine. Tre le formazioni nonese in lizza: le allieve femmine di Tuenno, i giovanissimi maschi di Tassullo e le giovanissime femmine di Segno. Quanto all’ospitalità, sono coinvolte varie strutture ricettive della valle mentre dei pasti (pranzi alle 12 e le cene alle 19) se ne occuperanno i volontari nella cucina del palazzetto dello sport di Cles.

Il programma ufficiale prevede per venerdì alle 20.30 la cerimonia di benvenuto con sfilata degli atleti sul campo di Segno a cui seguirà una partita spettacolo tra una selezione di giocatori trentini di palla tamburello di A e B per ricordare la sfortunata atleta Alice Magnani, tragicamente scomparsa lo scorso anno mentre tornava a casa da un allenamento. Per questo all'ingresso del campo sportivo in quella serata verranno raccolte offerte a sostegno dell'Atmar (Associazione Trentina Malattie Reumatiche) e ci sarà l’ufficializzazione della dedica ad Alice Magnani della sede dell’Us Segno. Sempre venerdì, nel pomeriggio, ci saranno le qualificazioni sui vari campi, il sabato le semifinali e la domenica le finali presso il rettangolo da gioco in località Palù di Tassullo, il campo base della manifestazione che

si trova a poche centinaia di metri dal Centro sportivo di Cles. Le partite si svolgeranno nei campi di Tassullo, Cunevo, Segno, Sporminore, Tuenno (Tovel) e Vigo di Ton. Complimenti all'organizzazione da Andrea Paternoster (Apt) che ha sottolineato l'aspetto promozionale della manifestazione.

TrovaRistorante

a Trento Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE

Stampare un libro, ecco come risparmiare