Fc Val di Non anche a Sarnonico

Inaugurato il discount Eurospin: «Su quest’area c’erano grandi interessi, apriamo qui per difenderci»

SARNONICO. Un mese fa l'inaugurazione del supermercato a Dimaro, in Val di Sole, ieri nuova festa per la Famiglia Cooperativa Val di Non con il taglio del nuovo discount Eurospin nell'area commerciale di Sarnonico, il 27° punto vendita gestito in valle. «Abbiamo capito che su quest’area c’erano grandi interessi, abbiamo valutato che se qualcun altro si insediava avrebbe messo a repentaglio quanto fatto finora dalla nostra cooperativa con i punti vendita di vicinato e supermercati a Fondo, Sarnonico e Cavareno»: così il presidente Giorgio Turri ha spiegato il senso dell'investimento, poco meno di 3 milioni di euro che in circa nove mesi ha fatto concretizzare il discount che si affianca a quello di Cles, attivo da sei anni e con il quale condivide il responsabile, Loris Fuganti. «La crisi economica che ha investito il mondo in questo periodo noi la combattiamo offrendo alle nostre popolazioni un servizio efficiente, moderno, dinamico e superconveniente», ha aggiunto. Turri ha poi ringraziato coloro che, a partire dal costruttore Alberto Lorenzi, hanno contribuito a tagliare questo traguardo che rafforza ancora di più la Fc Val di Non che, con una forza lavoro di 85 collaboratori, si conferma tra le prime aziende nel settore della distribuzione in Trentino, quanto meno per numero di punti vendita.

Molta la gente presente alla cerimonia (tra gli altri notata Marina Mattarei, presidente della Fc Valli Solandre, nessuno invece della Federazione) guidata dal giornalista Diego Nart, che ha sapientemente alternato saluti e interventi con i brani musicali del coro da montagna “Roén” di Don. Assente per indisposizione la sindaco Manuela Abram, è stato il vice Carlo Zambonin a rappresentare la soddisfazione del Comune di Sarnonico che da 40 anni - ha ricordato - crede nell’area commerciale produttiva del paese dove attualmente trovano lavoro 180 persone nella varie aziende insediate: «Una realtà imprescindibile per l'Alta Anaunia che con la presenza della Fc Val di Non si rafforza». Saluti e complimenti per questo nuovo passo in avanti della Fc Val di Non anche dal presidente della Comunuità di valle Silvano Dominici e dal consigliere provinciale Lorenzo Ossanna.

Molto atteso a questo punto l’intervento di Ivan Odorizzi, presidente di Dao e di Eurospin Italia spa, un colosso nazionale con un fatturato da 5 miliardi, 12 mila dipendenti e 10 milioni di clienti in 1.050 negozi da Palermo a Campo di Trens in Ato Adige, dove si terrà la prossima inaugurazione. Odorizzi ha ricordato la scelta coraggiosa, e in parte avversata da alcuni soci, fatta otto anni fa dai vertici della Fc Val di Non di lasciare il marchio Coop e il Sait per cercare un’altra via (appunto Dao e Conad). Decisione giusta, come dimostrano i fatturati, ma anche la capillarità e la

qualità del servizio offerto alla valle. Dopo la benedizione del decano don Mauro e il canto dell’Inno al Trentino e della Montanara, il taglio del nastro ad opera del vicesindaco Zambonin con Turri, il direttore Maurizio Ianes, Ivan Odorizzi e le varie autorità.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trento Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics