Due nonesi e un soladro premiati a Vienna

Albino Angeli, Andrea Polastri e Gianni Dal Ri hanno ideato un nuovo sistema di fissaggio per la costruzione di edifici in legno che presto sarà in commercio

VAL DI NON. Gli ingegneri trentini Albino Angeli (Commezzadura), Andrea Polastri (Dambel) e Gianni Dal Ri (Mollaro, frazione di Predaia) sono i vincitori dell’edizione 2015 dello “Schweighofer Innoprize”, prestigioso premio internazionale della filiera del legno. Il riconoscimento è stato attribuito ai tre giovani tecnici trentini per avere ideato un nuovo sistema di fissaggio per la costruzione di edifici in legno. Questo prodotto, che sarà commercializzato nei prossimi mesi, è stato classificato come “innovativo” anche da una giuria internazionale e riconosciuto come una delle più importanti innovazioni per il settore del legno nel biennio 2013-2014.

La premiazione è avvenuta martedì 16 giugno in una sontuosa cerimonia nel municipio di Vienna, con 700 invitati da 41 paesi diversi alla presenza dei maggiori esponenti europei del settore del legno, del sindaco di Vienna  Michael Häupl e di altre numerose autorità austriache.

L’idea dei tre ingegneri trentini è stata valutata da una giuria internazionale: il sistema di connessione per pannelli in legno, denominato X-RAD, permette un sorprendente incremento dei tempi, della precisione e della sicurezza del montaggio degli edifici in legno. Dalla collaborazione dei tre ingegneri, iniziata ai tempi degli studi all’Università di Trento, nel 2011 è nato il prototipo X-RAD. Dai primissimi test “fatti in casa” in un seminterrato noneso al prodotto industriale, recentemente utilizzato per la costruzione dei primi edifici in legno, vi è stato un lungo percorso in cui ciascuno dei tre ha investito le proprie conoscenze professionali: Albino Angeli, 36 anni, Commezzadura, ingegnere strutturista specializzato nel progetto di strutture in legno che per 10 anni ha rivestito il ruolo di responsabile tecnico presso Rotho Blaas ed attualmente impiegato come Direttore Tecnico presso la Legno Dolomiti Group, Andrea Polastri, 36 anni, Dambel, ricercatore presso Cnr-Ivalsa sede San Michele all’Adige, esperto nella progettazione, prova ed ottimizzazione di sistemi di connessione, Gianni Dal Ri, 37 anni, di Mollaro (che è anche comandante dei Vigili del Fuoco di Taio) si occupa di progettazione e gestione di grandi cantieri per edifici in legno presso l’azienda Stp di Taio. Il primo prototipo ha subito destato grande interesse nell’azienda altoatesina Rothoblaas, leader mondiale nel settore dei sistemi per la costruzione di edifici in legno, che ha quindi contribuito in modo determinante all’intero percorso di ingegnerizzazione e realizzazione del sistema X-Rad Rothoblaas, grazie al contributo della Provincia Autonoma di Bolzano, dell’Istituto Cnr-Ivalsa di San Michele all’Adige ed Università di Trento, ha, in pochi anni, trasformato un’idea avveniristica in un prodotto commerciale già presentato al mercato internazionale e pronto per la realizzazione di edifici multipiano. Il sistema innovativo è già stato presentato alla comunità scientifica internazionale in occasione del Wcte 2014 (Word

Congress of Timber Enginering) a Quebec City in Canada nell'agosto 2014 ed è stato esposto ed illustrato nell’ambito di diversi convegni e fiere del settore europee Holzbau-Forum Garmisch, Bau-München Monaco, Casa Clima Bolzano, Legno & Edilizia Verona dove ha suscitato notevole interesse.

TrovaRistorante

a Trento Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics