Quotidiani locali

Dematté, una borsa per innovare

Via al bando per la formazione di un giovane talento. Nel nome del grande economista trentino

TRENTO. «Anche quest'anno con la "Borsa di studio Claudio Dematté" ricordiamo con un'iniziativa concreta il grande economista trentino, che proprio nel 2012 avrebbe compiuto 70 anni. Per cultura e per indole, a Claudio non era cara la retorica del ricordo. Per questo ci piace celebrarlo così, con la pragmaticità che era propria del suo carattere, in coerenza con quel concetto di "managing by values" che non può non fare del merito un elemento chiave, sia nella gestione d'impresa, sia nel percorso formativo universitario e postuniversitario».

C'è un velo di nostalgia nelle parole di Roberto Nicastro (direttore generale di UniCredit) e Michele Andreaus (professore dell'Università di Trento e direttore del Dipartimento di Informatica e Studi Aziendali), che in rappresentanza del Comitato Amici di Claudio Dematté presentano la nuova edizione del bando per la borsa di studio destinata alla formazione internazionale di un giovane talento. Ma c'è anche la convinzione che un'iniziativa di questo tipo sia il modo più coerente per tenere viva la memoria e l'insegnamento del professor Dematté, la sua attenzione al capitale umano, la sua fiducia nei giovani e nel futuro nonostante i tanti segni che sembrano andare in direzione opposta.

«Come ricordava Dematté - riprendono Nicastro e Andreaus - l'innovazione per le imprese è elemento imprescindibile. Purtroppo questa strada è a volte difficilmente percorribile per le imprese italiane, spesso anche a causa delle situazione della formazione e della ricerca universitaria. Ciò vale anche per l'internazionalizzazione, che presuppone un confronto costante con le eccellenze estere a cui bisogna essere educati negli anni della formazione. La "Borsa di studio Claudio Dematté" va proprio in questo senso e ci sembra, pertanto, il modo più autentico per ricordare un grande docente e formatore come Claudio».

Come nelle precedenti edizioni la borsa di studio "Claudio Dematté" sarà destinata a laureati o dottorandi, di qualsiasi area disciplinare, dell'Università di Trento o laureati o dottorandi presso altro ateneo italiano o straniero purché residenti in Trentino.

Più nel dettaglio, il bando della borsa di studio prevede che possano partecipare i laureati (con un punteggio non inferiore a 100/110) in possesso di titolo quadriennale/quinquennale/magistrale o specialistico (da non oltre 12 mesi) conseguito presso l'Università degli Studi di Trento, oppure i laureati trentini in possesso di titolo quadriennale/quinquennale/magistrale o specialistico (da non oltre 12 mesi) conseguito presso qualsiasi università italiana o straniera; inoltre, potranno partecipare anche i dottorandi dell'Università degli Studi di Trento ovvero i dottorandi trentini presso altre università. La Commissione di selezione, nominata dal Comitato di Gestione del Fondo Dematté, provvederà quindi all'esame dei progetti candidati. Bando e informazioni su www.unitn.it. Le domande di partecipazione dovranno essere inviate entro e non oltre il prossimo 31 maggio via e-mail all'indirizzo: info@ftu.it

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Trento Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia Trentino
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.