La 5ª stagione del progetto «Monte Analogo»

Artisti dal mondo per creare a S.Lorenzo

C'è un centro che unisce Amburgo, Lipsia, Monaco di Baviera, Chieti, Bologna: San Lorenzo in Banale. Il piccolo paese ai piedi delle Dolomiti del Brenta ospita il progetto d'arte «Il Monte Analogo», a cura di Alexandra Koch. Grazie al contributo della Provincia di Trento e il patrocinio del Centro Studi Judicaria si promuove la ricerca creativa contemporanea nell'ambito delle arti visive. Sono arrivati dalle loro città sei giovani artisti con l'ambizione di creare in pochi giorni opere ad hoc e in loco. Si tratta di un invito all'interazione con l'ambiente: le Dolomiti del Brenta.  Gli artisti partecipanti al progetto, alla 5ª edizione, sono Dogukan Belozuglu, Lucilla Candeloro, Andrea Esposito, Christoph Faulhaber, Friederike Jokisch e Uta Reinhardt (nella foto).  Dogukan Belozuglu è nato nel nord della Russia. Il suo personaggio DoGu, ometto in plastilina, affronta situazioni disparate di vita comune filtrate da uno spietato sguardo ironico. Lucilla Candeloro viene dalla provincia di Chieti. Disegna e realizza le sue opere con matita e ossidi su carta, spesso su grandi formati. Espone attualmente alla Biennale di Venezia nel Padiglione Italia per la Regione Abruzzo. Andrea Esposito ha approfondito la sua ricerca sulla pittura classica, ora cerca di congiungere una visione surreale della realtà con i forti contasti della pittura barocca. Christoph Faulhaber arriva da Amburgo. In Germania è conosciuto come Mister Security. A New York, per il suo lavoro provocatorio, l'Fbi ha sequestrato del materiale nel suo atelier. Dopo questa esperienza ha realizzato dei progetti che suscitano accese discussioni nell'opinione pubblica. Friederike Jokisch è pittrice ed è allieva di Neo Rauch a Lipsia. Arriva però da Francoforte, dove ha appena inaugurato una mostra personale alla galleria Hübner + Hübner. Realizza paesaggi di grande formato con pastelli a olio, popolati ultimamente da animali e vegetali. Uta Reinhardt è pittrice e allieva di Hermann Albert. Nei suoi ultimi lavori la pittura fa posto al disegno su tela. Si conclude in questi giorni una sua mostra a Monaco di Baviera (galleria
Gunzenhauser), città dove vive e lavora.  Per sei giorni gli artisti lavorano fianco a fianco al Volt della Casa di Wilma a San Lorenzo in Banale. Lo stesso laboratorio artistico si trasforma in una sala espositiva per la mostra collettiva «Il Monte Analogo 2011». Info: www.ilmonteanalogo.eu.

TrovaRistorante

a Trento Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE

Stampare un libro, ecco come risparmiare