Quotidiani locali

LE PRIMARIE DEL PARTITO DEMOCRATICO

Pd, boom di votanti
Pacher vince col 70%

Il Pd in Trentino nasce con le spalle forti, spinto da 12.883 persone. Tanti hanno votato alle primarie di ieri, consegnandone il timone nelle mani di Alberto Pacher. Il sindaco di Trento ha rispettato il pronostico, incassando il 70 per cento dei suffragi, ma il giovane sfidante Mattia Civico ha fatto la sua parte, permettendosi il lusso di mettere alle spalle il più titolato antagonista in qualche collegio. Alla fine tutti contenti: il vento del Pd ha iniziato a soffiare anche in Trentino

TRENTO. Il Pd in Trentino nasce con le spalle forti, spinto da 12 mila 883 persone. Tanti hanno votato alle primarie di ieri, consegnandone il timone nelle mani di Ale Pacher. Il sindaco di Trento ha rispettato il pronostico, incassando il 70 per cento dei suffragi, ma il giovane sfidante Mattia Civico ha fatto la sua parte, permettendosi il lusso di mettere alle spalle il più titolato antagonista in qualche collegio. Ma non era questo che contava, il voto di ieri era una sorta di verifica della tenuta di un progetto.

Il progetto politico di un Partito Democratico che rischiava di morire nella culla, ad otto mesi dalle primarie nazionali e con un Veltroni appannatosi anzichenò dopo la scoppola subita da Berlusconi.

La risposta è stata chiara. Il Pd rivaleggerà gomito a gomito con l'Unione per il Trentino per raccogliere il testimone, ceduto "obtorto collo" dalla Marghertita, di primo partito del centrosinistra e (nelle loro speranze) dell'intero scacchiere politico provinciale. Netta la vittoria di Pacher e oltre la metà di chi aveva partecipato alle primarie di ottobre è tornato ai seggi per questa sorta di suppletive: oltre alla segreteria toccava nominare i 60 membri dell'assemblea costituente nell'inedita proporzione stabilità di un uomo ed una donna.

Le cifre. L'affluenza in primo luogo: si è spalmata omogenea nell'arco di tutta la giornata, rispettando le grandezze de dei collegi: a Trento hanno votato (con 1 euro alla mano) 4920 persone. In quello di Rovereto alle urne sono andate 3514 persone, 2581 in quello di Lavis e 1869 nel collegio di Pergine. A mezzanotte erano stati scrutinati 10 mila 144 voti dei 12.883 totali. Pacher a Trento ha vinto con il 69,1% (2617 voti) contro il 30,9 di Civico (1169). A Lavis si è comportato bene lo sfidante 35,7 (706 voti) contro il 64,3 di Pacher (1273). A Pergine il neo segretario del Pd ha incassato il 66,1 % dei suffragi (1128) contro il 33,9 di Civico (578 voti). A Rovereto distacco molto netto: Pacher ha ottenuto il 76,7 (2050 voti) e Civico si è fermato al 23,3 % (623).

In alcuni di questi collegi hanno pesato, eccome, i potentati di valle: in bassa Valsugana, per dire, hanno lavorato molto per Civico Laura Froner e Ottorino Bressanini. Basti due che a Borgo, in casa del sindaco-onorevole Froner, le tre liste di Pacher (tutte assieme) hanno raccolto meno suffragi dell'unica a sostegno dell'outsider: numeri non siderali ma il segnale c'è. L'assessore provinciale ai locali ha lavorato altrettanto bene nelle sue zone di Strigno e Castello Tesino, in entrambi si è imposto Civico. Lo stesso è avvenuto nelle Giudicarie.

Ma la vittoria, superannunciata di Pacher, non è mai stata in discussione per un nano secondo. Il neo segretario parla subito da leader ma mette i puntini sulle "i": «Questo passaggio ci consegna una grande responsabilità. Avevo detto che mi sarei accontentato anche di un'affluenza ben minore di quella che si è poi registrata ma non è questo il dato su cui calcare la mano. In pochi giorni c'è stato lo start-up dell'Unione ed il Patt ha confermato la fiducia alla linea di Rossi, quella di collaborazione con il centrosinistra: tutti passaggi estremamente positivi su cui focalizzare il lavoro in vista delle provinciali di ottobre».

Gianni Kessler ha lavorato per un'idea di Pd che aveva in mente (inascolato) da un bel po' e per il candidato Mattia Civico. Missione compiuta: «Certo, nessun altro partito avrebbe portato alle urne così tanta per un passaggio fuori da ogni altra scadenza elettiva. Nasce un soggetto nuovo e molto forte, smentendo chi dubitava che avrebbe visto la luce una sorta di "cosa 4" dei Ds».

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Trento Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia Trentino Corriere Alpi
e ascolta la musica con Deezer.3 Mesi a soli 19,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.