Calcio a 5 C1

Il “nuovo” Sacco S.Giorgio si conferma ad alto livello

Terza due anni fa, allo spareggio promozione nella scorsa stagione, la rinnovatissima squadra di Gerola e Calzà è già in testa alla classifica

ROVERETO. Terzo posto due anni fa, sconfitta allo spareggio per la serie B al termine della passata stagione, trascorsa a lungo in vetta alla classifica. Dopo due stagioni vissute da protagonista, il Sacco San Giorgio si è rifatto il make up, mantenendo parte del vecchio impianto e inserendo alcuni giovani di indubbio interesse, vedi Boban Dinov (che rientrerà a novembre) e il classe 1996 Mattia Simoncelli, arrivati a colmare il vuoto lasciato dalle partenze di elementi come Setti, Manica, Zamboni e Cumer, per anni colonne portanti della formazione che ha in Claudio Peroni la propria anima, affiancato nella guida della squadra da Matteo Gerola e Mattia Calzà.

L’avvio di campionato è stato ancora una volta ottimo per la squadra lagarina che, dopo quattro giornate, comanda la classifica in coppia con quella che, sulla carta, è la grande favorita per il successo finale, il Futsal Atesina, nato quest’estate dalla fusione tra Bassa Atesina e C5 Bolzano. Le due capoclassifica si sono già affrontate dieci giorni fa, chiudendo la contesa sul 2-2, mentre negli altri tre match il Sacco ha superato Brentonico, Imperial Grumo e Fiavé. Per i roveretani, ora, ci sarà un nuovo esame di maturità, attesi venerdì dal confronto con un’altra delle attese protagoniste, il Rotal Futsal Rovereto, che lunedì sera ha messo in ghiaccio la qualificazione alle semifinale di Coppa Italia regionale superando il Brentonico nel match d’andata dei quarti (11-1 il punteggio, con poker di Mastroiacovo, doppiette di Mchalla e Manuel Bazzanella e gol di Granello, Frisenna e Perricelli).

«Dopo tanti anni, abbiamo rinnovato ampiamente la rosa – spiega Mattia Calzà – Abbiamo perso 7-8 giocatori, tra chi è sceso di categoria e chi invece ha abbandonato. È terminato un ciclo e l’obiettivo è quello di provare ad aprirne un altro, facendo un passo alla volta. Il primo è stato quello di inserire forze fresche, promuovendo alcuni giocatori dalla squadra under 21 dello scorso anno (tra cui il promettente Dinov, ndr). Altri sono arrivati dal calcio a 11, dal Trambileno: tra di loro c'è il classe 1996 Simoncelli, già autore di sei reti in campionato».

Dopo aver sfiorato la serie B, il Sacco ora punta a mantenere la categoria, guardando a una crescita progressiva. «Siamo partiti bene, un po’ a sorpresa anche per noi – conclude Calzà – L’obiettivo principale è la salvezza, cercando di ricreare un gruppo solido a base locale, elemento su cui si è sempre basata la nostra realtà».

CLASSIFICA:

Sacco SG e Futsal Atesina p. 10; Mezzolombardo e Trento 9; Rotal Rovereto, Futsal Fiemme, Bolzanese e Imperial Grumo 7; Pineta 5; Brentonico 4; Fiavé, Levico Terme, Mosaico e Tavernaro 3; United C8 2; Comano Fiavé 1. (l.f.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trento Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics