L'evento

Lo skiroll arriva nella terra dei campioni

Sabato e domenica big e amatori in gara in Val di Fiemme, che ha dato i natali a Nones, Vanzetta, Confortola e tanti altri

VAL DI FIEMME. La Val di Fiemme è un autentico “bacino aurifero” per l’Italia del fondo, e sui tracciati dove hanno combattuto e si sono allenati i fondisti trentini più gloriosi, competeranno anche gli skirollisti della Fiemme Rollerski Cup, prima edizione della nuova creazione del comitato Nordic Ski Fiemme presieduto da Bruno Felicetti. Sabato 16 e domenica 17 settembre si prospetteranno grandi sfide agli occhi degli appassionati, con il sabato riservato ai velocisti della sprint di Coppa Italia a Ziano di Fiemme, mentre domenica i 50 km e 780 metri di dislivello (campionato italiano assoluto) saranno a disposizione sia degli élite del circuito Guide World Classic Tour che dei tanti amatori che potranno cimentarsi anche su un tracciato di 20 km, riservato ai meno certi delle proprie abilità sugli skiroll.

Le stelle dello sci di fondo e gli amatori si ritroveranno dunque insieme a competere lungo i paesi ove sono sfilati i più grandi fuoriclasse della storia fondistica, nostrana ed internazionale. A Ziano di Fiemme, sede di partenza della Fiemme Rollerski Cup, crebbero Antonella Confortola, bronzo olimpico in staffetta a Torino 2006, argento mondiale in staffetta a Ramsau nel 1999 e bronzo mondiale ad Oberstdorf 2005, sempre in staffetta. Di Ziano anche i leggendari fratelli Vanzetta. Per Giorgio quattro medaglie olimpiche: oro in staffetta a Lillehammer 1994, argento in staffetta ad Albertville 1992 e due bronzi nella 50 km e nell’inseguimento sempre ad Albertville; per quanto riguarda i mondiali, invece, due argenti in staffetta a Seefeld in Tirol 1985 ed a Falun 1993. La sorella Bice ottenne due bronzi olimpici in staffetta: ad Albertville 1992 e a Lillehammer 1994. Due medaglie anche ai mondiali per Bice Vanzetta, con un argento conquistato con merito proprio in Val di Fiemme nel 1991, ed a Falun nel 1993.

Da Ziano di Fiemme gli skirollisti proseguiranno in direzione Predazzo, località che ha visto crescere Gaia Vuerich, un’edizione dei Giochi olimpici invernali e quattro dei campionati mondiali in carriera.

Un tracciato che ripercorrerà quello della leggendaria Marcialonga, sulla ciclabile di Fiemme e Fassa, alla volta dello Stadio del Fondo di Lago di Tesero, “terra” questa volta di Tour de Ski e combinata nordica. Dopo aver toccato Lago di Tesero la Fiemme Rollerski Cup lambirà i paesi di Castello di Fiemme, “regno” dei Nones, con Franco primo olimpionico italiano nella storia dello sci di fondo, medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di Grenoble 1968; quindi Cavalese (il cui ospedale ha fatto nascere molti dei fuoriclasse sopracitati), Tesero, terra di Loris Frasnelli, Paolo Fanton, Paolo Ventura e della talentuosa

Giulia Stuerz, e Panchià, prima di concedersi un rush finale sull’erta divenuta la più celebre e temuta dello sci di fondo: la final climb dell’Alpe Cermis.

Le iscrizioni sono a disposizione alla cifra di 40 euro entro il 15 settembre, “spalla a spalla” con i campioni.

TrovaRistorante

a Trento Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie