In Val di Non

A Fondo una Ciaspolada in stile Giro al Sas

In assenza di neve verrà disputata su un anello cittadino di 600 metri. Cristian Zorzi il testimonial

TRENTO. Spesso è nei momenti di difficoltà che nascono le migliori idee. In risposta al meteo avverso dell’inizio della stagione invernale, il comitato organizzatore della Ciaspolada ha pensato a un piano B che potrebbe rivelarsi vincente per la classicissima della Val di Non, che il 6 gennaio prossimo vivrà la propria 43esima edizione, presentata a Trento alla Sala Don Guetti di Cassa Centrale Banca.

«Abbiamo pensato di allestire e innevare un circuito di 600 metri nel centro del paese di Fondo – spiega il presidente del comitato organizzatore della Ciaspolada, Gianni Holzknecht – Nelle gara competitiva gli atleti percorreranno 8 o 9 giri del percorso: pensiamo ne possa uscire un evento spettacolare, bello da seguire anche per il pubblico. Attorno alle 11, invece, partiranno i non competitivi, che potranno scegliere quanti giri percorrere e approfittare dei caratteristici punti ristoro allestiti sul tracciato dalle varie associazioni del posto. Una nuova attrattiva per gli affezionati della nostra manifestazione, tra divertimento ed enogastronomia».

Qualora, invece, dovesse arrivare l’attesa nevicata, si provvederebbe all’allestimento del classico tracciato da Romeno a Fondo, tenendo aperta una porta anche alla soluzione Passo della Mendola, sfruttata nelle ultime due edizioni. La scelta più quotata, ad oggi, è però quella di una Ciaspolada 2016 in stile “Giro al Sas”.

«Gli organizzatori stanno dimostrando grande volontà e creatività e hanno individuato un’alternativa di indubbio interesse – commenta l'assessore provinciale allo sport Tiziano Mellarini, spalleggiato dall'assessore provinciale al turismo Michele Dallapiccola, dal sindaco di Fondo Daniele Graziadei e dal presidente dell’Apt della Val di Non Andrea Paternoster – Decidere di gareggiare nel centro darà la possibilità di ripercorrere la storia e di mettere in risalto le bellezze del paese di Fondo: da assessore allo sport e alla cultura non posso che vedere di buon grado questa soluzione».

L’evento godrà di una differita di un’ora su Raisport il 7 gennaio alle 17, con replica il giorno seguente. L’olimpionico dello sci di fondo Cristian Zorzi vestirà i panni del testimonial, in gara assieme ai big per raccontare la Ciaspolada vista da dentro. L'altra novità della 43esima Ciaspolada riguarda la «Kspolada», evento che prende il nome dalle Klimbski, un attrezzo che cerca di conciliare il trekking con le ciaspole e lo sci, permettendo di percorrere normalmente i sentieri in ascesa e, una volta raggiunta la destinazione, di convertire la ciaspola in uno sci per scivolare a

valle. La prima edizione della «Kspolada» si terrà martedì 5 gennaio in notturna sul Monte Nock a Ruffré, a partire dalle 18. I concorrenti si misureranno su un tracciato di 400 metri, con batterie ad eliminazione. Il costo di iscrizione, che comprende il noleggio dei KlimbSki, è di 15 euro.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trento Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LA PROMOZIONE

Pubblicare un libro gratis