Quotidiani locali

L’Atletica Trento fa festa Applausi a Bonvecchio

Il giavellottista e consigliere Fidal è stato premiato come atleta dell’anno Il presidente Segata rivendica con orgoglio traguardi agonistici e organizzativi

TRENTO. Norbert Bonvecchio è l'atleta dell'anno 2012 dell'Atletica Trento. Il premio gli è stato consegnato sabato nel corso dell'annuale festa organizzata dal club gialloblù. Bonvecchio succede nell'albo d'oro ai due specialisti della corsa in montagna Andrea Debiasi e Antonio Molinari, atleti dell'anno rispettivamente nel 2010 e nel 2011. Il ventisettenne giavellottista si è meritato l'alloro per un'annata a dir poco da ricordare. La sua cavalcata fatta di lanci sempre più lunghi è cominciata a febbraio quando si è laureato campione italiano invernale. Un titolo che gli è valsa anche la prima convocazione in Nazionale per partecipare poco più avanti alla Coppa Europa di lanci in Montenegro. Il 5 maggio è il giorno del suo primo personale della stagione: 76.86, fatto registrare in a Pavia, poi ritoccato il mese dopo a Lubiana (76.94). Il 7 luglio negli ultimi lanci vede sfumare il titolo italiano per pochi centimetri, ma la rabbia accumulata evidentemente gli fa bene perché poco dopo ferragosto scaglia il suo giavellotto fino a 79.22 nel meeting di Andorf in Austria, misura che gli vale il sesto posto nelle liste all time italiane. L'ultima soddisfazione della stagione qualche mese fa quando, con la maggioranza dei voti, viene eletto prima consigliere del comitato Fidal provinciale e poi vicepresidente.

Nella sua relazione volutamente breve («sono un presidente sul campo e non voglio eccedere nella parola»), il presidente dell'Atletica Trento Segata ha ripassato i numeri di una stagione fatta di successi sia in campo come quelli di Bonvecchio o il titolo europeo di corsa in montagna master di don Franco Torresani, non senza ricordare la figura di Mariagrazia Gretter premiata per i 50 anni di atletica, ma poi si è soffermato sul vero obiettivo del club cioè organizzare meeting di alto livello e far crescere gli atleti in modo sano: «Ormai – ha spiegato Segata – non conto più le stagioni di atletica che ho seguito con passione. Il 2012 è stato un anno bellissimo, ricco di soddisfazioni e anche difficile. Anche lo scorso anno ci siamo rimboccati le maniche per cogliere soddisfazioni e condividere gioie. Siamo e vogliamo rimanere una società che offre meeting di alto livello e altri di livello regionale per soddisfare i bisogni di ogni atleta; una società che mette impegno a crescere atleti e che coltiva l'atletica in pista come in strada e in montagna».

L'Atletica Trento organizza ogni anno il meeting di "Città di Trento" in primavera e soprattutto il Gran Premio estivo del mezzofondo che richiama in ognuna della giornate un gran numero di atleti anche da fuori regione. Quest'anno, l'8 e il 9 giugno la società di Carlo Segatta allestirà i campionati italiani societari per la categoria "Allievi".

Gli altri atleti premiati sono Rita Schirippa e Alessandro Demattè per i Master, Cristina Tenaglia e Daniele Oss Cazzador per quanto riguarda i Senior, Desiree Michelon e Daniele Gadotti tra gli Junior, Antonella Victoria Frate e Stefano Gius (Allievi), Margherita Rossi ed Emanuele Giuliani (Cadetti), Giorgia Fronza e Mirko Tomasi (Ragazzi), Maddalena Oss Cazzador e Gabriele Lissoni (Esordienti).

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Trova Cinema

Tutti i cinema »

In edicola

Sfoglia Trentino
su tutti i tuoi
schermi digitali. Il primo mese è gratis.

Abbonati Prima Pagina
ilmiolibro

Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana