Al PalaMarchetti torna la pallamano: ed è subito derby

Fusione fra Rovereto e Mori per creare una squadra di «A» Il presidente Emanuelli: «Puntiamo molto sui giovani»

    di Daniele Peretti

    ROVERETO. La pallamano di serie A, non sarà più solo un ricordo degli sportivi roveretani, ma una nuova realtà, grazie ad una serie di fattori concomitanti. Il primo è dato dall'unificazione dei campionati di serie A Elite e di serie A2 che promosso la Pallamano Mori nel massimo campionato italiano. Il secondo è la fusione tra la società moriana e la Pallamano Rovereto che ha dato vita alla nuova società “ Pallamano Rovereto Vallagarina..” Si tornerà a giocare al PalaMarchetti e già alla prima di campionato, sarà subito derby: a Rovereto arriva infatti il Bolzano Campione d'Italia. E' un po' come riavvolgere la pellicola di un film che in bianco e nero propone i vari Angeli, Todeschi, Grandi, Balic, il compianto Kovacs e Batinovic, solo per ricordare quancuno tra i tanti campioni che hanno fatto grande la pallamano roveretana e dato fama internazionale alla città di Rovereto. Protagonisti dell'ormai prossima stagione, saranno i nipotini dei giocatori del passato che non saranno al loro stesso livello, ma che saranno lo stesso da ammirare ed incitare.

    «Quello della fusione è stato un percorso iniziato in primavera – ci dice Claudio Emanuelli presidente della Pallamano Rovereto Vallagarina – e che ha potuto contare sull'indispensabile supporto degli assessori comunali Stefano Barozzi di Mori e Franco Frisinghelli di Rovereto. Non è stato facile, ma alla fine ce l'abbiamo fatta. Saremo rappresentati, oltre che dalla prima squadra, anche da un under 16 femminile e 14 maschile che giocherà a Rovereto. Mentre a Mori ci sarà l'Under 12, 14, 16 e 18 maschile. Puntiamo sui giovani per garantirci il futuro e direi che il nuovo assetto che abbiamo raggiunto, sarà decisamente una bella spinta».

    Per la serie A è arrivato anche lo sponsor: Solar Plus, supportato da un pool composto dalla Cassa Rurale di Mori, dal Comune di Mori, da Claudio Emanuelli. Mentre il logo per tutta l'attività giovanile sarà quello del ristorante-pizzeria “La Staffa”. Il nuovo organigramma societario è composto oltre che da presidente Claudio Emanuelli, dal vice Armando Girardi e dai consiglieri Omar Melchiorri, Lucio Manzana, Fabio Poli, Maria Teresa Perottoni e da Michele Settin. In più i collaboratori: Paolo Mattana, Lino Bellini, Marika Grigolli, Annuska Andreolli, Gianni Comparin e Lucio Cipriani.

    Scorrendo la lista dei giocatori ci sono molti nomi della rosa dell'ultimo HC Rovereto. C'è chi gioca ancora come i fratelli Capuccini, Nicola Manica e Patrick Mattei. O chi allena come Paolo Scarfiello vice di Luca Cotellessa sulla panchina della prima squadra. Dalla storia della pallamano roveretana Fabio Poli, dirigente ed allenatore. La rosa della prima squadra è composta dai seguenti giocatori divisi per ruoli. Portieri: Paolo Bianchi (1982), Marco Lissandrini (1993), Andrea Andriolo (1969), Alessandro Mura (1996). Ala sinistra: Fabrizio Cappuccini (1981), Giovanni Bianchi (1991), Alex Emanuelli (1996). Ala destra: Fabrizio Festi (1982), Luca Perin (1985), Matteo Pozzati (1978), Davide Bellini (1997). Terzino destro: Andrea Cappuccini (1975), Alessio Bellamio (1986). Terzino sinistro: Nicolay Boev (Bulgaria 1975), Marco Della Vecchia (1990). Centrale: Nicola Manica (1984), Sebastian Belinki (1974). Pivot: Patrick Mattei (1979), Stefano Busolli (1983). Staff tecnico: Luca Cotellessa allenatore e Paolo Scarfiello (vice).

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    14 settembre 2012
    Casa di Vita

    Barrette di riso soffiato e albicocche secche

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Necrologie

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ