ELEZIONI - L'ANALISI

Uno tsunami su Dellai

    di Piergiorgio Cattani Un piccolo tsunami si è abbattuto sulla politica trentina. Le elezioni segnano il ritorno di Berlusconi al governo, il trionfo della Lega, la sostanziale tenuta del PD e la scomparsa della sinistra radicale. Ma anche in Trentino ci sono state grandi sorprese, alcune in linea con il risultato nazionale, altre che lo sovvertono dando l'impressione che la nostra provincia sia diventata un laboratorio politico al contrario.

    Se il centro destra berlusconian-leghista vince anche da noi occorre notare il buon successo al Senato dell’UDC e della Sinistra arcobaleno dovuto più che altro all’evidente difficoltà patita dai candidati di Insieme per le autonomie. Proprio dal Senato arrivano i dati più dirompenti. La sentenza di questa tornata elettorale è diversa e inappellabile. Il centrosinistra ha perso alla grande. Sarebbe stato impossibile immaginare, pochi mesi fa, il potentissimo braccio destro di Dellai, il vero uomo forte della Margherita Mauro Betta contendere i decimali al “duro e puro” della destra ideologica Cristano de Eccher per ottenere un ripescaggio. Alla fine per il rotto della cuffia sembra che Betta dopo due legislature ritorni a casa.

    Questa volta Dellai non potrà far finta che non sia successo nulla. Era abbastanza evidente durante la campagna elettorale che la lista SVP-Insieme per le autonomie (tradotto: il centro sinistra) era fiacca e incapace di parlare al cuore della gente. Si sapeva che la Lega Nord avrebbe avuto in Trentino un buon risultato: la riuscitissima raccolta di firme anti moschea è solo l’episodio più eclatante. Nella nostra provincia la Lega assume una rilevanza mai raggiunta prima d’ora. Più volte avevamo evidenziato come il Carroccio avesse fatto l’unica campagna elettorale degna di questo nome. Una campagna caratterizzata da una forte presenza sul territorio, da una implacabile insistenza su argomenti che davvero interessano la gente come immigrazione e tasse, da un linguaggio duro al limite della violenza e della volgarità, che comunque deve piacere molto alla gente e che paga a livello elettorale.

    La vittoria di Sergio Divina è solo il suggello a un risultato notevolissimo anche alla Camera dove il partito quadruplica quasi i suoi voti. Un successo che verrà fatto pesare nel centro destra sulla scelta del candidato leader. Per la Camera si attendono risultati altrettanto sorprendenti.

    Tuttavia occorre leggere a fondo anche altri dati. Il centro sinistra (quello di Prodi per intenderci) al Senato nel suo complesso terrebbe se si sommasse ad Insieme per le autonomie la Sinistra arcobaleno. Quest’ultima ottiene in Trentino il miglior risultato a livello nazionale superando l’8%. Mentre alla Camera la Sinistra non raggiunge il 3%. Il messaggio è chiarissimo: molti elettori di area PD hanno dato un segnale di grande disagio a Dellai e alla sua politica ondivaga e confusa nei confrontio del partito di Veltroni. Molti dei quasi venticinque mila votanti alle primarie del PD in Trentino si sono sentiti presi in giro. Negli scorsi anni avevano inghiottito il rospo. Oggi no. Caro Dellai, la doppia appartenenza (essere cioè dentro, ma fuori il PD; vicini a Veltroni, ma distanti dal suo progetto politico) non viene più capita dalla gente che ha bisogno di chiarezza e concretezza. Le vaghe parole d’ordine, autonomia, trentinità, territorialità non servono più. L’unica territorialità che funziona elettoralmente, perché basata sulla paura, è stata incarnata dalla Lega Dellai esce pesantemente sconfitto. Il presidente poteva fare ben poco per invertire il trend nazionale a lui avverso. Ma ora deve ripensare da cima a fondo la sua strategia politica in vista delle elezioni provinciali. Aprendo seriamente a chi voleva e vuole ancora la nascita del PD anche in Trentino.
    15 aprile 2008
    Casa di Vita

    Carrè di agnello agli asparagi e pistacchi

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Necrologie

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ